Crea sito
B2C, BOOKS TO COSMOPOLITANS / Il blog di Umberto Martino

B2C, qualche suggerimento per la lettura – “Il processo” di Franz Kafka

Le otto del mattino: K. stava aspettando che la cuoca gli portasse la colazione. Bussarono alla porta. Davanti a lui non trovò la domestica, ma un uomo slanciato e dalla corporatura robusta vestito con un abito pratico, nero, attillato e dotato di numerose tasche, fibbie, bottoni e di una cintura. Ben presto scoprì che ad attenderlo nel corridoio adiacente c’era un altro individuo. Erano due guardie andate ad arrestarlo. Qualcuno doveva aver calunniato Josef K. in quanto egli non aveva mai commesso nulla di male. Da quel momento in poi dovette affrontare non poche sofferenze dovute soprattutto al fatto di non conoscere il misterioso capo di imputazione e di dover affrontare uno strano tribunale che tutto muoveva e tutto predisponeva con fare occulto. Riuscirà K. a scoprire o a intuire l’enigmatica accusa e a potersi difendere dignitosamente o verrà condannato per motivazioni a lui ignote, ricevendo così la pugnalata definitiva?

Lo stile essenziale, lineare, disadorno e criptico, riesce a conferire alla narrazione un tono angosciante e misterioso, mentre la trama presenta delle contraddizioni utilizzate volutamente da Kafka per rendere l’ambientazione e la storia avvolta in un’aleatoria e intangibile atmosfera onirica difficilmente perscrutabile. La suspense non manca: lo scrittore non introduce o anticipa gli avvenimenti i quali vengono rivelati improvvisamente. La narrazione è elaborata freddamente attraverso l’utilizzo della voce di un narratore estraneo ai fatti e mediante sequenze riflessive, i discorsi interiori, e dialogiche, le conversazioni dirette.  I personaggi sono avvolti in un arcano velo che nasconde anche il loro cognome rivelando, come nel caso del protagonista, solo il suo nome seguito dall’iniziale di quello di famiglia. Porgendo un esempio esplicativo,  Josef K. è un procuratore di banca dall’aspetto fisico non noto, ma il cui carattere calmo e abitudinario subirà una metamorfosi dopo il processo, trasformandolo in critico, arrogante e scontroso. Le descrizioni minuziose dei particolari sembrano attribuire al romanzo una esteriorità realistica, ma impercettibilmente la superano conferendo al reale una sensazione magica, stregata, quasi a voler nascondere nell’evidenza innumerevoli significati allegorici la cui chiave è tutta da scoprire.

Il romanzo è composto da 10 capitoli scritti da Kafka tra il 1914 e il 1915. Alcuni di questi sono incompleti, a parte il primo e l’ultimo, e hanno subito alcune piccole modifiche da parte di Max Brod, amico dello scrittore, che definì il libro come la più grande opera di Kafka. Venne pubblicato solo nel 1925.

L’opera trasmette al lettore il senso di angoscia di Kafka che percepisce l’uomo contemporaneo come svuotato dal proprio significato e proiettato in un mondo nel quale poco può decidere secondo la sua volontà, costretto a subire le fredde e ignote ingerenze esterne che lo intrappolano in un incubo che sembra essere solo molto parzialmente tangibile: un individuo moderno avvolto dalla solitudine, che comunica sporadicamente e che raramente dona la sua fiducia al prossimo; un “personaggio” destinato a vivere una vita non autentica, un’esistenza influenzata da forze quasi invisibili che decidono per lui anche la sua colpevolezza o innocenza intrappolandolo come in un sogno nel quale la propria coscienza poco sembra poter influenzare il susseguirsi degli eventi, costringendolo ad essere imputato in un tribunale forse preoccupato di accertare la colpa, ma non di certo il colpevole, e “scaraventando” così la macchia sul pacifico, innocuo e ignaro Josef con l’unica pecca di essersi opposto all’accusa senza piegarsi dichiarandosi -falsamente- colpevole.

(FM, ’18)

“Il processo” di Franz Kafka (E-book pdf)

800px-kafka_der_prozess_1925

Bibliografia

“il processo” di Franz Kafka (E-book pdf)

Franz Kafka (Enciclopedia Garzanti)

Franz Kafka (Wikipedia)

“Il processo” (Wikipedia)

Recensione “Il processo” (Interruzioni)

Appunti “Il processo” (Studenti)

“il processo di franz Kafka” (900letterario)