Crea sito
B2C, BOOKS TO COSMOPOLITANS / Il blog di Umberto Martino

B2C, “L’ultimo volo del gabbiano” in pillole -4-

“Raggiunse lo stagno quando il sole era ancora nascosto dai colli. La tranquillità del luogo invogliava alla riflessione. Si sedette sul greto, dove le canne dello stagno, con le affusolate foglie ingiallite ondeggianti al soffio di brezza, segnavano l’immettersi del ruscello nell’acqua ferma. S’udiva il canto delle allodole. Volle ascoltarlo fin quando il sole si fosse levato oltre le cime. Giunto il momento di rialzarsi, col farlo in modo repentino, un’allodola spiccò il volo e le altre la seguirono posandosi dove la sua presenza non le intimidiva. Gli sembrò d’aver spezzato un incantesimo. Solo a risentirne il canto, accompagnato dalla dolce melodia, iniziò il cammino lungo il sentiero che tracciava una brumastra ferita nel campo perlato di rugiada scintillante” (“L’ultimo volo del gabbiano”, Umberto Martino).

 

Alba sullo stagno -L'ultimo volo del gabbiano-

Alba sullo stagno -L’ultimo volo del gabbiano-